IntoTheBike Cicloturismo in Terra di Brindisi - Immagine Principale

Santa bicicletta: sempre lei protagonista. da bambini e da grandi, da amatori e da campioni. Non serve farle un monumento. Nel cuore c’è già - Candido Cannavò

IntoTheBike Cicloturismo in Terra di Brindisi - Immagine Principale

La vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l'equilibrio devi muoverti - Albert Einstein

IntoTheBike Cicloturismo in Terra di Brindisi - Immagine Principale

Nessuna delle nostre piccole sofferenze quotidiane resiste a un buon colpo di pedale. Tristezza, attacchi di malinconia... Inforchiamo la bicicletta e fin dalle prime pedalate abbiamo l'impressione che un velo si squarci - Didier Tronchet

IntoTheBike Cicloturismo in Terra di Brindisi - Immagine Principale

La bicicletta è la trascrizione della energia in equilibrio, l'esaltazione dello slancio, l'immagine visibile del vento. Tendenzialmente vola; rade ma non tocca la terra - Cesare Angelini

IntoTheBike Cicloturismo in Terra di Brindisi - Immagine Principale

La bicicletta somiglia, più che ad ogni altra macchina, all'aeroplano: essa riduce al minimo il contatto con la terra, e soltanto la sua umiltà le impedisce di volare - Mauro Parrini

Lecce, cento bici all’università

16 Maggio 2012 | Pubblicato da Redazione IntoTheBike

Lecce, cento bici all’università

Piegare la bici, riporla in un borsone e continuare a spostarsi comodamente su un autobus o in treno. E’ il nuovo concetto di mobilità sostenibile messo a disposizione dall’Università del Salento per i propri studenti. Ieri le prime 100 bici sono state consegnate ai ragazzi dell’Ateneo. Il progetto, messo a punto dall’assessorato alla Infrastrutture ed alla Mobilità della Regione Puglia nell’ambito del programma «CreAttivaMente», mira proprio alla promozione della mobilità sostenibile. E’ prevista complessivamente l’assegnazione di 1.652 bici, 379 delle quali saranno destinate all’Università del Salento (868 andranno invece all'Università di Bari comprese le sedi decentrate di Brindisi e Taranto, 168 a Foggia, 185 al Politecnico di Bari e 150 nelle residenze Adisu). Il rettore Laforgia Le bici sono state affidate in comodato d’uso gratuito (per un anno) ai ragazzi che le hanno ottenute con la partecipazione ad un apposito bando. I mezzi a due ruote sono tutti pieghevoli e facilmente trasportabili sui treni e bus urbani, grazie ad un’apposita sacca fornita al momento della consegna. «E’ uno strumento che regala una grande autonomia nella mobilità dei nostri studenti - dice il rettore Domenico Laforgia -. L’ho provata personalmente, la bici si può tranquillamente guidare e poi riporre nella sacca, perchè non è pesante. E’ l’ideale per spostarsi in città, soprattutto nel centro storico, mentre bisogna fare un po’ di attenzione in più quando si attraversano i viali cittadini. E comunque, sconsiglierei ai ragazzi di utilizzarla pe spostarsi dalla città al campus. Meglio utilizzare l’autobus per raggiungere Ecotekne, magari portando con sè la bici per poter poi muoversi tranquillamente all’interno della struttura».

L’avvertimento del rettore non è certo casuale e tocca un tasto dolente: quello dell'inadeguatezza delle piste ciclabili in città, spesso trascurate e poco sicure. «Mi rendo conto che sul piano della sicurezza ci sono degli aspetti da migliorare - afferma il rettore -. Ma a parte il discorso delle piste ciclabili, credo che nel complesso gli automobilisti leccesi dovrebbero prestare maggiore attenzione a quanti si spostano in bicicletta». La Regione «Purtroppo tranne qualche eccezione le piste ciclabili non sono state concepite con criterio - dice la vicepresidente della Regione, Loredana Capone -. Spesso quando le si percorre si va sbattere direttamente contro strade principali e sono senza alcuna protezione, mi riferisco in particolare a Viale Otranto dove c’è una situazione di particolare pericolosità. E purtroppo non è un caso se a Lecce si verifica il numero più alto di incidenti che coinvolgono i ciclisti. Resta comunque la bontà di questa iniziativa della Regione, che promuove in maniera concreta la mobilità sostenibile. In particolare ritengo interessante la compatibilità tra bici e mezzi pubblici, che permetterà ai ragazzi un tipo di trasporto sostenibile ed avrà dei vantaggi anche sul piano economico, aspetto da non sottovalutare in un momento di crisi schiacciante». L’assessore regionale alla Mobilità, Guglielmo Minervini, spiega: «A Lecce sono stati installati ciclo parcheggi da 20 posti bici per offrire un totale di 480 postazioni ai cicloattivi salentini. Il progetto prevede l'attivazione di una Ciclofficina presso la sede dell'Ateneo nel Codacci Pisanelli e la progettazione di un sistema informativo per la mobilità d'ateneo utile a raccogliere e fornire informazioni per i servizi di mobilità sostenibile».

(Tratto da: Corrieredelmezzogiorno.corriere.it/lecce )

TORNA ALLA HOME >
Federazione Italiana Amici Bicicletta